Novità d’Autunno!

tbbt 8

Fine settembre pieno zeppo di nuove stagioni delle serie TV che ci piacciono.

Si parte il 21 settembre con Downtown Abbey, arrivato alla quinta serie.
Il giorno dopo finalmente la tanto attesa ottava stagione di The Big Bang Theory (ci mancava il mitico Sheldon con le sue manie), e la seconda di Sleepy Hollow (Ichabod e Abbie riusciranno a salvarsi?).
La settimana dopo, il 28 settembre, invece ci sarà la quarta e attesissima stagione di Once Upone A Time (con la nuova principessa arrivata a portar scompiglio, Elsa) e la seconda stagione di Resurrection (capiremo qualcosa di più sui “ritornati”? – Post Scriptum: dobbiamo ancora guardare la versione francese … Les Revenants).
Il giorno dopo invece ritroveremo Castle, con la settimana stagione.

Tutte queste serie TV le guarderemo in sub ita. Ormai ci siamo lanciate in questa impresa e ci abbiamo preso gusto!

DOWNTONABBEY_SEASON5

collage telefilm

ouat 4 poster

(Liny&Smarty)

Annunci

Sleepy Hollow, il telefilm

Un nuovo e interessante telefilm, che purtroppo si concluderà stasera, è Sleepy Hollow, sul canale  Fox. C’è un pizzico di rammarico perché è talmente coinvolgente, che non vorresti finisse mai. E notiziona, la seconda stagione per nostra immensa gioia.

E’ davvero intrigante, piena di suspance, non sai mai cosa aspettarti, ti tiene incollato alla tv fino alla fine senza mai annoiarti, con il Cavaliere Senza Testa che ritorna con la sua sete di vendetta a spaventare gli ignari abitanti nella Sleepy Hollow dei giorni nostri. Quindi i deboli di cuore sono avvisati. Qui non si scherza.

Tutto ha inizio, quando Ichabod Crane, un professore di Oxford e soldato [ma anche spia, agli ordini del Generale Washington, capo dell’esercito continentale durante la guerra d’Indipendenza americana (1789-1797)] si risveglia nel 21 Secolo dopo esser morto circa 250 anni prima in battaglia per mano di un  misterioso Cavaliere.

Non è l’unico però a ritornare in vita, con lui si risveglia pure il Cavaliere…senza testa (Ichabod prima di morire gliela tagliata, uccidendolo). Il Fato ha voluto che il sangue dei due si unissero, creando un legame indissolubile: se uno vive l’altro continua a vivere, se uno muore l’altro muore con lui.

Ma come ha fatto Ichabot a risvegliarsi? Grazie all’incantesimo fatto dalla sua dolce e bella moglie Katrina, una potente strega che faceva parte di una congrega occulta, il cui obiettivo era proteggere  Sleepy Hollow ed eliminare il Male. Dopo la “morte” di Ichabot viene “imprigionata” in un luogo sconosciuto (il Purgatorio) e tramite un sogno avvisa il marito che dovrà impedire al Cavaliere di trovare la sua testa, per impedire alle forze del Male di distruggere il Mondo, fermando l’Apocalisse.
In questa battaglia Crane non è da solo. Nella Bibbia (che apparteneva al Generale Washington) sepolta con lui, infatti è profetizzato che due Testimoni combatteranno il male: il secondo è Abbie Mills, un poliziotto, l’unica che crede fin da subito al misterioso “gentiluomo” venuto dal passato, anche perché ha visto con i suoi occhi il Cavaliere senza Testa uccidere lo sceriffo locale August Corbin (che considera quasi un padre). Dopo la sua morte la giovane viene a conoscenza di un archivio segreto: lo sceriffo in tutti questi anni ha raccolto e catalogato tutte le stranezze che capitavano nella cittadina e nei dintorni. Tra gli articoli di giornale, trova pure una foto che la ritrae con la sorella, quando bambine si erano perse nel bosco e una volta ritrovate, avevano raccontato cosa era capitato loro: avevano sentito nel bosco una presenza maligna, che le ha “toccate”. Dopo quel episodio le due sorelle si sono divise, Abbie ha negato tutto, per non passar per una pazza, mentre la sorella ha continuato a dire la verità, finendo però in un ospedale psichiatrico. Le due sorelle, anche grazie ad Ichabot, pian piano si riavvicineranno.

Dopo la morte dello sceriffo, tutte le indagini passano a Frank Irving, capo del dipartimento, che sembra nascondere qualche segreto, ma lascia carta bianca nelle indagini ad Ichabot e ad Abbie e infine aiutarli con la collaborazione dell’altra Mills.

A mio avviso è davvero ben fatta, non poteva non esserlo, gli ideatori sono quelli di Hawaii Five-O, altra serie che mi piace. Si ispira alla Leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving. Dello stesso avviso è Smarty. Soprattutto ci ha colpito in positivo i dialoghi tra i due Testimoni: un po’ di ironia non guasta mai. E poi ogni volta che parla Ichabot rimaniamo estasiate. I suoi modi di fare, la sua galanteria, le buone maniere, parole antiche, desuete, sono musica per le nostre orecchie. Peccato che al giorno d’oggi non c’è quel rispetto che c’era una volta.

Un esempio? Ormai per salutare nessuno dice più “I miei ossequi”. Questa formula così reverenziale è andata in disuso o quasi, purtroppo. E così via, tante piccole parole, gesti che fanno di Ichabot un vero gentiluomo.

(Liny&Smarty)