Happy Mistake Tour 2013 – Raphael Gualazzi

 Ascoltarti e vederti dalla terza fila non ha davvero prezzo.

Sono passati 2 anni, 3 mesi e 9 giorni, da quando ho assistito per la prima volta ad un suo concerto. Quella volta era agli esordi. Ora tutto il Mondo lo conosce. Di chi sto parlando? Ovviamente di Raphael Gualazzi! L’artigiano della musica. Il ragazzo timido, che però quando suona si trasforma, coinvolgendo tutti.

Quando inizia a suonare, infatti, entri nel suo mondo magico, fatto di note, che una dopo l’altra ti trasportano facendoti scoprire e amare la vera Musica, con la M maiuscola. Le sue dita è come se danzassero sulla tastiera del pianoforte. Vorresti che questo vortice non smettesse mai. Ma purtroppo ahimè bisogna tornare con i piedi a terra. Però te ne torni a casa con una ricchezza in più, dentro al cuore.

Vi assicuro, è tutto un’altra cosa ascoltarlo dal vivo. Quindi bando alle ciance, andate ad un suo concerto. Non vi deluderà! Accompagnato oltre che dal suo fedele pianoforte,  dalla sua band: le coriste Sophie Afoy, Lisa Griset e Bene Maillot, al sax Julien Duchet, trombone Damien Verherve e alla tromba Luigi Faggi. Chitarra Laurent Miqueu, basso e contrabbasso Emah Otu e infine alla batteria Massimiliano Castri. Tutti strumentisti eccellenti. Propongono brani arrangiati di superba raffinatezza, di jazz e blues, pieni di atmosfera.

Serata indimenticabile. Grazie Raphael per le forti emozioni che ci hai fatto provare stasera, nella splendida cornice del Politeama Rossetti, di Trieste. Grazie per aver scelto la nostra città e averla definita Beautiful come una tua canzone. Grazie per come sei. Grazie per aver interagito con noi spettatori, raccontandoci qualcosa in più di come sono nate alcune tue canzoni, come Carola “la prossima canzone si basa su una storia … non vera, che ho scritto io, una storia d’amore tra un soldato italiano e una prostituta tedesca durante la seconda guerra mondiale. Il significato è molto semplice: molto meglio l’amore che la guerra…”. Zuccherino Dolce “il prossimo brano scritto da un mio amico, ma che è amico anche di altre persone, Oliviero Malaspina”. Grazie anche per averci fatto cantare con te Lady “O”, a noi sai ci basta un sogno. Poi l’Improvvisazione su temi di Amarcord, omaggiando Nino Rota e Federico Fellini (qui tutto il tuo talento di pianista si è fatto sentire!). Infine per celebrare un grande maestro della tradizione afroamericana, dal vangelo secondo Little Walter, My Baby (la mia fidanzata) “che non è la mia di  fidanzata, non so se era quella di Little Walter, ma comunque la di qualcuno fidanzata”.

Autografo, foto, poster, stringerti la mano per ben due volte, non posso voler niente di più.

(by Liny)

Come perder l’occasione di veder Raphael…

In questo post vi voglio parlare dell’occasione che mi son fatta sfuggire di rivedere dal vivo Raphael! …Raphael Gualazzi, ovviamente! Avrei potuto rivederlo per la seconda volta, la prima è stata quest’estate al suo concerto a Grado (Go).

Ma andiamo con ordine…tutto è cominciato leggendo uno dei twitter del Raphael Gualazzi FanClub, dove dicevano che sarebbe stato ospite della trasmissione radiofonica “SuperMax” di RaiRadio2 con Max Giusti. Chi voleva poteva partecipare come pubblico e doveva avere più di 16anni, avere la possibilità di andare a Roma il 23 novembre, ma fondamentale era avere il suo cd “Reality and Fantasy”, in versione normale o quella nuova (per intendersi o l’album con la copertina verde o il nuovo, con la copertina rossa). A questo punto bisognava inviare una propria foto con in mano il cd! Leggo tutta contenta…però mi dico: “uffi sono sul lavoro ora, come faccio a mandar la foto?!?” Non mi perdo d’animo e rispondo subito all’indirizzo mail lasciatoci dicendo che purtroppo ero impossibilitata a mandar la foto come prova per problemi logistici, dicendo che appena tornavo a casa, l’avrei fatto! Arrivata a casa, mi faccio fare la foto e la invio senza tante speranze di vincere, visto che son passate già alcune ore dal lancio della sfida. Passano i giorni…arriva lunedì e ormai mi son quasi completamente dimenticata della cosa, quando…ricevo una chiamata poco prima di andar a lavorare…sono loro della Sugar! (la casa discografica di Raphael), che mi comunicano di aver vinto il concorso!! Wow, rimango senza parole e incredula cerco di rispondere dando un senso a quello che dico: “benissimo, ma prima di confermare la mia presenza devo chieder ferie sul lavoro”…mi rispondono di non preoccuparmi, mi invieranno una mail con tutte le informazioni su orario e posto dove bisogna recarsi, una volta ricevuta potevo confermare o meno la mia presenza. Attendo…attendo…nel frattempo sondo il terreno su una mia possibile assenza sul lavoro…mi rispondono che proprio quel giorno sono in difficoltà…e te pareva…capisco subito che è meglio evitare. Eccolo là! ho dovuto rinunciare a questa bellissima opportunità! Arrivata inaspettatamente poi… Scrivo alla Sugar scusandomi della mia mancata partecipazione e loro gentilissimi mi rispondono che ci sarà un’altra occasione! Lo spero tanto!!

Morale della favola? finora Raphael mi ha portato solo fortuna…ho partecipato a due concorsi per vederlo, ed entrambi li ho vinti! infatti oltre a questo, ho vinto 2biglietti per il concerto di cui parlavo all’inizio del post…Non mi resta altro che sperare di esser di nuovo fortunata per la terza volta, come dice il detto “non c’è due senza tre”! Nel frattempo però mi son beccata il raffreddore! uffi! sostituendo io un collega in un posto dove non c’era il riscaldamento!

Alla prossima!!

(Liny)

Estate sinonimo di concerti o no?

Estate tempo di concerti in piazze, arene, ville, castelli, dighe e quant’altro! Estate senza Concerti che Estate è ?!? ditemelo voi…ma Estate per me è anche sinonimo di cinema all’aperto. Tutte cose che alietano le calde serate estive.

Di concerti in questi mesi estivi nè ho visti ben tre, anzi quattro! Non male vero? E se si pensa che su 4 solo 1 l’ho pagato ancora meglio!! Il primo è stato quello dei “romantici” Modà in quel di Codroipo, nella suggestiva cornice di Villa Manin, poi il concerto di Alessandra Amoroso al Castello di San Giusto (Ts), due giorni dopo l’inaspettato e forse per questo più bello del jazzista Raphael Gualazzi alla Diga Nazario Sauro di Grado (Go) e infine il tributo al Grande Lucio Battisti di Andrea Mirò e Alberto Fortis sempre al Castello.

Ma andiamo con ordine:

Modà (Viva i Romantici Tour 2011), cornice stupenda…Villa Manin di Passariano da visitare assolutamente    per chi non c’è mai stato, anche perchè nelle sue sale ospita sempre esposizioni interessanti (date pure  un’occhiata al loro sito). Un concerto per certi versi molto attesso…dopo aver fatto il tifo per loro a Sanremo  (senza comunque voler togliere niente al Professore Vecchioni, canzone la sua che mi piaceva tantissimo!). I  Modà aprono il concerto con la stupenda Vittima, a seguire due vecchi successi (Meschina e Ti amo   veramente).  Sono rimasta senza parole sentendo la bellissima Come un pittore, per non parlare di Urlo ma non mi senti, scritta da Kekko con il contributo di Zappa, in un momento particolare della sua vita e poi regalata ad Alessandra Amoroso (risentita anche nel suo di corcerto e devo dire che non saprei quale delle due versioni scegliere…). Poi si rivolge ai giovani esortandoli a :“Vi voglio dare un piccolo consiglio credete nei sogni, sono importanti, sembra una cosa banale, con i sogni si può arrivare veramente dappertutto e non bisogna mai smettere di crederci a prescindere da cosa si vuole fare nella vita, uno non sono tassati e due non ve li può portare via nessuno! Credetemi, e tre l’ho provato sulla mia pelle e ora sono qui a condividere il sogno che mi avete aiutato a realizzare !” ed ecco che canta Nuvole di rock! Da togliere il fiato!! Il  concerto prosegue con Tutto non è niente e Salvami (preghiera rivolta a Dio). Poi Tappeto di fragole cantata supino sul palco insieme ad una fans scelta tra il pubblico. Tutti in delirio per Arriverà e per il Medley lento in versione acustica Volevo dirti e Favola. In finale durante i bis canta la verissima Viva i romantici dicendo “Ecco la canzone che ci rappresenta di più, perchè racconta quanto ci sentiamo normali, quanto non ci sentiamo cambiati quanto non abbiamo voglia di cambiare perchè ci piace essere così…Viva i romantici” ! Grazie per le autentiche emozioni che ci avete fatto provare con la vostra semplicità e umiltà! Siete grandi!

Alessandra Amoroso (Il Mondo In Un Secondo Tour), altro posto incantevole…Castello di San Giusto (Trieste)  che ha ospitato questa estate eventi e manifestazioni di ogni genere, tra cui da ricordare la rassegna      cinematografica sotto le stelle di Serestate 2011 che ha visto proiettare film in lingua originale sottotitolati    vincitori degli Oscar Il discorso del Re con Colin Firth e Il Cigno Nero con Natalie Portman. Concerto per niente preventivato…la mia amica di musical mi dice che ha vinto due biglietti gratis e mi invita ad andare con   le a vedere Sandrina…ovviamente io non ho rifiutato! Apre il concerto con un video di ringraziamento per  i suoi fan… ed eccola a cantare Il Mondo in un secondo, la bellissima  Dove sono i colori, Non ho che te, Domani con gli occhi di ieri e non dimentichiamo Urlo ma non mi senti. Da non poter star fermi ed ecco che tutti si alzano in piedi con il mey inglesdlee (Respect-Master blaster-Reach out I’ll be there). Per finire Immobile, canzone che l’ha portata al successo e La mia storia con te! e con gran sorpresa  ecco una pioggia di coriandoli e poi sul palco si spengono le luci.

Raphael Gualazzi (Reality and Fantasy), questa volta siamo in riva al mare sulla Diga Nazario Sauro a Grado  (Go). Concerto non messo in conto fino a 2 e dico 2 giorni prima. Ora vi spiego: leggo che Raphael sarà a Grado  per il suo Tour fra una settima e voglio assolutamente andarci! Cerco se c’è la possibilità di vederlo gratuitamente e  scopro che inviando un commento sul suo conto su un sito internet che regala biglietti gratis e si ha la fortuna  di essere scelti perchè convincenti, il gioco è fatto! Mi dico wow questa occasione non posso perderla…ed ecco  che 2 giorni prima del concerto ho il biglietto in mano!! Arrivo a Grado con grande anticipo accompagnata dalla mia sorellona…ecco che ci sediamo al nostro posto non vedendo l’ora di sentire dal vivo Raphael (modestamente ho creduto in lui dal primo giorno che l’ho visto in tv a Domenica In durante le selezioni per Sanremo Giovani). Ecco che finalmente fa il suo ingresso sul palco, accompagnato da un sestetto di musicisti davvero molto bravi. Canzoni bellissime, da ricordare Reality and Fantasy, A three second breath, strepitoso e con un pizzico di ironia in  Love goes down slow. Esce e rientra per ben due volte per concludere il concerto con Lady O. Nessuno però quando capisce che il concerto è finito vuole andarsene…si vorrebbe quasi che il tempo si fermi per ascoltare all’infinito questo artista anzi artigiano come si definisce lui bravissimo ma soprattutto timidissimo (riesce solo a sorridere e dire qualcosina al caloroso pubblico di Grado) e umile che usa la musica per esprimere quello che vuole donare agli altri.  Raphael un Grande per me!!

Infine per concludere in bellezza l’estate pensando di essere sulla spiaggia con i falò accessi e solo una chitarra come amica, ecco Ci ritorni in mente, tributo a Lucio Battisti di Andrea Mirò e Alberto Fortis, sempre al Castello di San Giusto per Serestate 2011. Bello passare la serata a riascoltare le canzoni di un Mito come Lucio. Quelle che mi son piaciute di più è senza dubbio Una giornata uggiosa, Pensieri e parole, il Nostro caro angelo e non dimentichiamo la Canzone del sole!

Prossimo concerto da andar a veder assolutamente? LINKIN PARK sperando che un giorno si decidano a venire a fare un vero concerto in Italia!!

(by Liny)