Il ragazzo invisibile – di Gabriele Salvatores

Il ragazzo invisibile – anteprima nazionale

Vi scrivo ancora fresca di emozioni che ho vissuto ieri sera al The Space Cinema di Trieste! Ho assistito all’anteprima nazionale de “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores con Ludovico Girardelli, Valeria Golino e Fabrizio Bentivoglio. Novità per noi nel suo genere fantasy!

Man mano che i minuti passavano e le sequenze trascorrevano sullo schermo è stato un susseguirsi di stupore! Inizialmente l’intervento del regista seppur rimanendo pochi minuti, ha trasmesso la sua semplicità e grandezza, assieme al protagonista, simpaticissimo, arrivati direttamente dal red carpet! Già la musica d’apertura mi ha dato l’impressione che il film sarà un “buon” film e poi è comparso sul grande schermo il canal Ponterosso, pura meraviglia, e il mare, il nostro mare, per proseguire con la trama, dove troviamo Michele alla costante ricerca di un costume da supereroe per sentirsi più forte e superare le prime difficoltà della vita da adolescente!

Non vi voglio dire altro, vi lascio nell’attesa, specialmente del finale, che suspence!

Lo potrete vedere in tutti i cinema a partire dal 18 dicembre, ma anche potete acquistare il libro della Salani Editore oppure il fumetto della Panini Comics, proprio ce n’è per tuttii!

Alla prossima

By Smarty

Annunci

Spezie, saponi, tessuti da ogni dove col mercatino europeo.

Tre giorni fino ad oggi in P.zza Sant’Antonio e sulle rive del canal Ponterosso a Trieste ricchi di sapori, gusti, colori e allegria grazie al mercatino europeo! La merce esposta sulle bancarelle era varia, di ogni tipo; c’erano i saponi profumati e coloratissimi della Provenza francese, le spezie dai mille odori, le saponette viola e non solo della lavanda di Venzone.

image

Tanti i prodotti culinari e gustosi dalle focacce genovesi, ai cannoli siciliani, le carammelle gommose, il miele dai diversi gusti, ai bretzel austriaci o alla varietà dei biscotti e crepes olandesi, per non dimenticare i wurstel di tacchino di Monaco di Baviera e i churros dell’Andalusia. Diffondeva magia il banchetto dei prodotti artigianali lettoni con le sue casettine di ogni forma e dimensione, gli animaletti e gli angioletti.

Coloratissimi i foulard spagnoli e dava aria di freschezza il banchetto finlandese con le sue renne! È stato un successo, molti i triestini e non, grazie anche alla nave da crociera Aida che faceva da sfondo assieme all’Ursus!

(Smarty&Liny)

Tartiflette all’insegna del nuovo anno

Ed ecco a voi la Tartiflette, finalmente!

Grazie al Reblochon de Savoi, comprato in una delle bancarelle del Mercatino di Noël francese, alla fine di novembre, in Piazza Ponterosso, abbiamo potuto fare questa gustoso piatto d’oltralpe. Per la buona riuscita era indispensabile appunto questo particolare formaggio che in Italia è difficile da trovare.

Di seguito la ricetta, corredata da qualche foto:

1 kg di patate (circa 6/7 grandi)
150 gr di pancetta
150 gr di besciamella

1 cipolla;– olio d’oliva q.b.
450 gr di Reblochon

Procedimento:  Sbucciare le patate e lessale per circa 10 minuti. Nel frattempo tagliare la cipolla, sofriggendola con l’olio d’oliva e la pancetta. In seguito unirvi le patate. Mettere il tutto in una pirofila aggiungendovi la besciamella, infornare a 200°C per circa 30 minuti. La Tartiflette è pronta! L’abbiamo gustata con i nostri cari. Non ci resta altro che augurare a voi Bon Appétit, come diceva sempre Julia Child 😉 …e  Bonne Année.

(Liny&Smarty)

Marché de Noël français a Trieste

Anche quest’anno è tornato il tradizionale Mercatino di Natale francese nella nostra città. In questo fine novembre tra piazza S.Antonio, vicoli vicini, dietro le rive di Canal Ponterosso si respirano sapori, suoni, tradizioni bretoni ospitati nelle deliziose casettine di legno …merveilleux!

Appena arrivate siam state travolte dai profumi provenienti dalla bancarella che offriva spezie d’ogni genere, da quelle per gli infusi di thé, tra i quali quello preparato con i boccioli di rosa (l’ho abbiamo comprato, appena viste le rose, ci han ricordato il nostro papà a cui piacevano tanto), a quelle per assaporare i piatti, come il curry, di vario tipo o lo zafferano, zenzero e cannella, per non dimenticare i bastoncini di liquirizia. Il bancone sembrava una tavolozza del pittore, pieno zeppo di colori …fabuleux! Addentrandoci dentro il mercato sempre il senso olfattivo ci ha portate alla bancarella dei formaggi tipici francesi. C’è n’erano tantissimi. Ci siam messe alla ricerca di uno in particolare, Liny si è messa in testa di fare le Tartiflette, un piatto con patate, pancetta e appunto un fromage français, le Reblochon. Cerca che ti cerca, tra tutte le targhettine eccolo, trovato! Continuando il giro, proprio in mezzo alla piazza, veniamo travolte da moooltissime paperette di tutte le dimensioni, fatte in legno, coccolose loro!

Le altre bancarelle offrivano saponi di varie forme colori e profumi, che allegria! Ma la bancarella che ci ha attratto di più, ovviamente, da golose, è stata quella dei dolci e biscotti …dalle croissant calde, ai madeleines, e non potevano mancare i macarons! Lì abbiam comprato una scatola porta biscotti, con l’immagine di un faro sullo sfondo! Il venditore simpaticissimo ti parlava in francese, très agréable! Oltre a queste prelibatezze abbiam trovato anche delle lanterne decorate a mano, schiccose e i tessuti francesi, dai foulard, ai golfini di cashmere, alle tovaglie …fantastique!

(Smarty&Liny)

Mittelciok…il ritorno!

Della serie…chi non muore si rivede! Ebbene si per fortuna nostra, noi amanti del cioccolato, quest’anno è ritornato il Mittelciok, quello vero però! Infatti dopo la sospensione dell’anno scorso per vari motivi e la sua sostituzione con una pseudo mostra del cioccolato, da giovedì 3 novembre fino a domenica 6 in Piazza Ponterosso a Trieste va in scena ufficialmente la nona edizione di una delle più importanti fiere sul cioccolato d’Italia. 

Mittelciok è una fiera espositiva che si differenzia dalle altre perché tra le bancarelle si vende solo cioccolato di qualità! Infatti gli espositori impiegano cioccolato a cui è aggiunto solo il burro di cacao, così che il prodotto è più solubile al calore della bocca e quindi fa percepire meglio il sapore del buon cacao.

Organizzato dall’Acepe (Associazione commercianti ed esercenti pubblici esercizi) e come tradizione ci sono la gara dei creatori delle più belle sculture in cioccolato  e quella riservata ai dilettanti che possono sbizzarrirsi con le loro ricette tutte rigorosamente di cioccolata! e non dimentichiamoci della cena di gala aperta al pubblico. Per i più piccoli invece c’è una manifestazione a base di cioccolato e gelato ogni mattina alla Gelateria “Madison” del viale XX Settembre, fino alla fine della rassegna.

Non mi resta altro che lasciarvi con queste “gustose” foto!! 😉

(by Liny)

Barcolana 43…una favola!

Un inizio d’autunno da ripetere tutti gli anni! Barcolana…un mare di vele davanti al Faro della Vittoria, un’immagine che ogni volta regala emozioni diverse! E’ sì proprio così, Trieste si immerge nella kermesse più attesa di tutte, quest’anno siamo arrivati a 43, manifestazione che porta la mia città a diventare letteralmente il “centro del mondo” per una settimana, dove culture diverse si incontrano, tutte nel segno della vela . Ecco che dalla seconda settimana di ottobre iniziano ad arrivare imbarcazioni da ogni dove, tutte attraccate sulle rive. Una regata che coinvolge tutta la città, piena di gente e colori, giorni di festa in mare e a terra!

Parteciparvi diventa un obbligo! anche se da terra, durante la settimana visitando i numerosi stand del “Villaggio Barcolana” e ammirando le imbarcazioni dei favoriti, come Esimit di Simcic o quelle più stravaganti. La domenica mattina invece armati chi di macchina fotografica dalla più professional alla più ciompa (basti che riesca ad immortalare l’evento) o ormai ai tempi di oggi di telefonino, chi di cannocchiale e radiolina per esser costantemente informati di quello che effettivamente succede in mare, ecco che tutti sono alla ricerca del posto migliore, suggestivo e se vogliamo strategico per assistere a questa meravigliosa gara, dove quest’anno oltre 1800 imbarcazioni si sono sfidate…chi per vincere, chi per partecipare, chi per dire anche quest’anno ce l’ho fatta ad arrivare al traguardo! Infatti parteciparvi è un sogno aperto a tutti!!

Anche quest’anno Liny ha invitato il suo amico Oty per assistere alla Barcolana, ma essendo influenzato ha dovuto rinunciare (ma vi sembra il momento di ammalarsi?!? alla prossima però ci deve assolutamente venire…caschi il mondo! Maya permettendo…infatti è l’ultima prima del famigerato 2012. Sabato pomeriggio Liny decide di fare una passeggiata sulle rive, ma visto che Smarty decide di andare all’Ikea con Ella e Zazi, rinunciandovi dicendo che ci andrà il giorno dopo, ci va con la mamy per un po’ e poi quando per una serie di altri impegni ci si divide, chi incontra? Ally e il suo fidato folletto! e vai a raccattar insieme i sacchettini di Olivia&Marino (ormai che li ho scoperti non li molla più a costo di cercarli per tutti i supermercati!), come diceva sempre il nostro Pinucci…”cior cior, quel che i dà cior”. E mentre Liny si faceva largo tra la folla buttava anche l’occhio in mare alla ricerca di Gloly, infatti si trovava da qualche parte su un gommone a dire alle imbarcazioni dove dovevano attraccare in tutta sicurezza! Smarty si è fatta perdonare comprando dalle bancarelle di Ponterosso un bellissimo quadretto provenzale con un faro, molto apprezzato vista la grande passione di Liny per tutti gli oggetti a forma di faro o raffiguranti uno, salvata dal suggerimento indiretto di Ally 😉

Il sabato sera Liny non si poteva perdere i fuochi d’artificio che alla Barcolana mancavano da un paio d’anni! Ha tentato di convincere anche Ally a venire sul Colle di San Giusto, ma ha preferito vederli dal terrazzo e per fortuna nessun ruzzolone stavolta...Missione compiuta! si è appostata con la mamy, che le fischiavano le orecchie per il tanto vento, nel posto più strategico…e vai con le foto a raffica!!

Una Barcolana da ricordare assolutamente…per tutte le emozioni che ti fa sentire ogni volta…una fra tutte aver portato anche Pisolo alla sua prima regata (una volta a casa si è subito messo a dormire, ci credo con tutto il vento che ha preso guardando le barche dal litorale muggesano :D), ma soprattutto diversa dal solito…quest’anno il nostro Pinucci non era con noi, ma sicuramente l’ha vista, forse anche meglio di tutti, sistemandosi sulla nuvola migliore…baci!

(Smarty e Liny)