Se il tempo non è dalla tua parte…

Viste le pessime previsioni meteo annunciate per il week end pasquale, non è restato altro che mettersi ai fornelli. Il menù prevedeva Cous Cous con pollo e verdure e come dolce una deliziosa zuppa inglese preparata usando la ricetta tramandata da nostro papà per la crema pasticcera. 

COUS COUS di POLLO e VERDURE (per 8 persone)

500 gr  di Cous Cous
pollo (tagliato a dadini)
carote
zucchine
piselli
olio extravergine d’oliva q.b.
burro q.b.
sale q.b.
farina q.b.

Come prima cosa portare ad ebolizzione in una pentola l’acqua precedentemente salata (circa 700 ml, per 500gr di cous cous), spegnere il fuoco e versare nella pentola un po’ d’olio extravergine d’oliva, poi il cous cous a pioggia. Mescolare e lasciar riposare finché tutta l’acqua non è stata assorbita. Aggiungere infine un po’ di burro.

Intanto in un tegame, soffriggere con l’olio un po’ di cipolla, aggiungere le verdure tagliate a dadini. Fate rosolare il tutto e cuocete per circa 5 minuti, ricordando che le verdure non devono essere scotte.
In una padella, invece cuocete i dadini di pollo infarinati un po’, finché non saranno cotti.
Infine mescolare insieme il tutto e servire subito.

IMG_3433

ZUPPA INGLESE

savoiardi/pan di spagna/pavesini
alchermes
farina
zucchero
latte
giallo d’uovo
cacao
scorza di limone
cioccolato

Preparare la crema pasticcera e la crema al cioccolato, lasciandole raffreddare. In una pirofila di vetro (per far risaltare i colori) disponete un primo strato di savoiardi o il pan di spagna tagliato a striscette o i pavesini inzuppati nell’Alchermes, poi versare sopra la crema al ciccolato, un altro strato di savoiardi/pan di spagna/pavesini e infine la crema pasticcera. Guarnire con un po’ di cacao in polvere. Prima di servirla, mettere per qualche ora la zuppa inglese in frigo.

Come antipasto abbiamo preparato delle uova sode pasquali, coprendole con dei foglietti colorati raffiguranti coniglietti e pulcini. Per “vestire” le uova, basta immeggerle nell’acqua bollente assieme al foglietto. Questa tecnica è made in Russia, ma noi grazie ad una conoscente l’abbiamo trovata nella vicina Slovenia.

(Liny&Smarty)

 

Happy Easter

Quest’anno la Festività Pasquale per noi è stata preceduta dal “gelicidio” (nel precedente post ne abbiamo parlato): la nostra bella cittadina è stata praticamente isolata per due giorni, e’ stato fastidioso ma ci ha lasciato dei suggestivi quadretti …uno fra tutti, una meravigliosa piazza Unità mai vista così, da lasciar a bocca aperta da quanto è bella …

piazza Unità ghiacciata - © bastoncini di zucchero

piazza Unità ghiacciata – © bastoncini di zucchero

…praticamente potevi pattinarci, ma dovevi star attento a non capitombolare per il vento, la nostra cara Bora, che ti sballottava di quà e di là …

E ora c’è la pioggia, tanta tantissima pioggia! Noi ci siam rimboccate le maniche e abbiamo deciso di buttarci nell’arte culinaria. Abbiamo preparato i biscotti che ci piacciono tanto di pasta frolla a forma di faccia da coniglietto e li abbiamo regalati ad amici/colleghi e parenti. Se avete voglia di mettervi anche voi tra i fornelli col mattarello e il mestolo ecco la ricetta che abbiamo trovato su un noto giornale quest’inverno, l’abbiamo un po’ rivisitata usando la farina di Kamut, così anche una nostra cara amica ha potuto gustarli:

Ingredienti  (dosi per 50biscotti circa)

500gr di farina Kamut,
250gr di butto
120gr di zucchero
2 uova
pizzico di sale
goccia di limone

Procedimento

Setacciare la farina con un pizzico di sale, aggiungere lo zucchero e incorporare il burro morbido a fiocchetti. Aggiungere le uova, profuma con qualche goccia di limone e impasta tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

Forma una palla, avvolgila nella pellicola e mettila in frigo, per un’ora circa. Poi stendi la frolla e ritaglia i biscotti con una formina fatta in questo caso di coniglietto, o se preferite a forma di ovetto

Disponi poi i frollini su una placca foderata con carta da forno e cuoci a 180 °C per circa 12-15 minuti. Sforna e fai raffreddare bene i biscotti prima di impacchettarli.

Non ci resta che augurarvi Happy Easter!

(by Smarty&Liny)