Romeo&Giulietta – Ama e cambia il mondo e Premio Massimini

Giorni di grande festa quelli della scorsa settimana per gli amanti del teatro a Trieste. Dopo una lunga attesa, era da un anno che lo aspettavamo,  finalmente il musical “Romeo&Giulietta – Ama e cambia il mondo” è arrivato nella nostra città.

LGF
Lo scorso mercoledì c’è stato il debutto triestino al Politeama “Il Rossetti”. Venerdì pomeriggio invece nella sala Bartoli del teatro Luca Giacomelli Ferrarini, il Mercuzio di “Romeo&Giulietta”, ha ricevuto il Premio Massimini.

A consegnare il premio a Luca sono stati gli amici di famiglia, Daniela Mazzucato e Max Renè Cosotti, che lo hanno visto crescere.

Motivazione del Premio
Il Premio Nazionale Sandro Massimini a Luca Giacomelli Ferrarini

La Commissione giudicatrice del Premio Nazionale “Sandro Massimini” ha deliberato all’unanimità di assegnare il riconoscimento per il 2014, quindicesima edizione, a Luca Giacomelli Ferrarini, figlio d’arte nel canto e nell’arte, ma serio e preparato professionista per scelta: “Ogni volta che entro in un Teatro e salgo sul palcoscenico sento le farfalle nello stomaco, anche se faccio lo stesso spettacolo da tanti mesi. Ogni volta è come se fosse la prima e sento quell’emozione che mi fa dire sì, è questo lavoro che voglio fare!”.

Il Premio Nazionale Sandro Massimini a Luca Giacomelli Ferrarini è il riconoscimento della sua immensa bravura e del suo talento naturale, ma anche un premio alla comprensione che dietro all’arte c’è comunque una forte e doverosa preparazione artistica e culturale, una costanza nella formazione che non ha mai fine durante la carriera di un artista: concetto che Luca dimostra di conoscere e seguire assiduamente.

Luca nasce a Villafranca di Verona nel 1983. Figlio di Alida Ferrarini, soprano di fama internazionale, cresce tra i camerini e i palcoscenici. Respira fin da piccolo il profumo del teatro. Di questo profumo si è innamorato ben presto trasformando la passione per il teatro in possibilità di dilettare con semplicità la gente. Oggi è un performer perfetto in tutte le sue componenti: canto, recitazione e danza.
La madre gli ha insegnato “ad amare l’Arte, la bellezza della vita e tutte quelle piccole cose, umili e silenziose ma profonde come il mare – afferma il veronese Luca Giacomelli Ferrarini. – A lei dedico il mio Mercuzio”.

Durante la cerimonia, Luca ha dimostrato di nuovo la sua sensibilità, emozionandosi nel ricordare i suoi genitori:  “questo premio lo dedico a loro, spero siano orgogliosi di me”.
Ragazzo semplice, dolce e disponibile con tutti per foto e autografi.
Dopo la premiazione ha cantato ” Your Eyes” dal musical “Rent”. Bravissimo.

R&G.1R&G.2R&G.3
Sabato sera finalmente è arrivato il grande giorno: assistere al musical ” Romeo&Giulietta – Ama e cambia il mondo”.

Un crescendo di emozioni. Spettacolo che ci ha veramente coinvolto. Bravissimi tutti, meritata standing ovation!!! Intense interpretazioni, stupendi costumi, minuziosi e ricchi di dettagli. Musiche e coreografie trascinanti,  con scenografie meravigliose. I testi bellissimi:

Romeo – Se io profano, con la mia mano indegna, questa reliqua sacra le mie labbra sono pronte a rendere più molle con un tenero bacio e ruvido tocco.

Giulietta – Buon pellegrino, voi fate troppo torto alla vostra mano, che ha mostrato in ciò la devozione che si conviene.

Romeo – Dunque, lascia che le labbra facciano queòòp che fanno le mani, se non vuoi che la fede cambi in tormento; ferma, ferma non muoverti intanto che io raccolgo il frutto della mia preghiera.

(si baciano)

Romeo – Ecco, le tue labbra hanno purgato le mie del loro peccato.

Giulietta – Allora è rimasto sulle mie labbra il peccato che esse hanno tolto alle vostre.

Romeo – Il peccato delle mie labbra colpa dolcemente rimproverata, rendimi dunque il mio peccato.

(si baciano ancora)

 Felici per questo regalo di compleanno anticipato, proprio da favola^^

Liny&Smarty

Annunci

E il Priscilla Bis sia!

Grande successo domenica per l’ultima replica di “Priscilla La Regina del deserto”!

Con noi, oltre alla nostra carissima amica, colpita pure lei dalla sindrome di “teatrite”, c’era Ally, la quale dopo un’opera certosina di persuasione, si è decisa finalmente a venire. Per nostra fortuna si è divertita un sacco, ma non poteva non essere altrimenti. Non si può uscire da teatro dopo aver visto Priscilla ed esser scontenti, anzi!

Andarci è stato un bellissimo modo per festeggiar il compleanno di Smarty e mio, passando un pomeriggio sospese, senza pensar alle preoccupazioni che ogni giorno ci possono essere.

Di seguito potete leggere le canzoni che compongono la meravigliosa colonna sonora di questo strepitoso musical. In più qualche foto-ricordo e in seguito vi posteremo un mini-video della festa finale con un meritatissimo applauso a tutto in cast di questo favoloso musical, che non basta vedere una volta sola, proprio no!

Atto I:

Downtown Sydney
Scena I:
Overture
It’s Raining Men 
What’s Love got to Do With It?
I Say A Little Prayer
Scena II:
Don’t Leave Me This Way
Scena III:
Material Girl
Scena IV:
Go West
The Black Stump
Scena V:

Holiday/Like a Virgin
I Say A Little Prayer-reprise
Broken Hill
Scena VI:
I Love The Nightlife
Scena VII:
True Colours
In viaggio verso l’ignoto
Scena VIIa:
Sempre libera
Nel bel mezzo del nulla
Scena VIII:
Color My World
Scena IX:
I Will Survive

Atto II:

Woop Woop
Scena X:
Thank God I’m a Country Boy
Scena XI:
A Fine Romance
Scena XII:
I’m a Country Boy-reprise
Scena XIII:
Shake Your Groove Thing
Pop Muzik
A Fine Romance-reprise
Oltre l’infinito
Scena XIV:
Girl Just Wanna Have Fun
Coober Pedy
Scena XV:

Hot Stuff
Scena XVI:

MacArthur Park
Alice Springs
Scena XVII:

Boogie Wonderland
Scena XVIII:

The Floor Show
Scena XIX:

Always On My Mind
Scena XX:

Like a Prayer
We Belong
Scena XXI:

Finally Medley


(Liny&Smarty)

Un Week End irripetibile…

Week end all’insegna del divertimento!!

Il sabato pomeriggio trascorso al cinema con la nipotina, per vedere il tanto atteso “Violetta L’Evento”.
Arrivate al The Space Cinema della nostra città, siamo state letteralmente sommerse dalla marea umana di ragazzine e bambine festanti, tutte entusiaste per rivedere la loro beniamina nel primo episodio della seconda stagione (andrà in onda il prossimo 3 giugno su Disney Channel). Oltre all’anteprima, durante la proiezione si poteva cantare e ballare con il Karaoke e rispondere ai vari Quiz. Ovviamente la mia nipotina come d’altronde tutte le ragazzine in sala sapevano tutte le parole delle loro canzoni preferite!! Ad accompagnare le “cantanti” in erba, oltre a mamme, zie, nonne, c’era pure qualche intrepido papà.
Vendevano pure poster e cartoline. Noi abbiamo arraffato l’arraffabile e mandato in missione in un altro cinema cittadino i nostri 007 a prender il mega poster di Vilu (quello con lei che canta). Il tutto per tapezzare la cameretta della nipotastra.

Violetta l'Evento - © bastoncini di zucchero

La domenica, per non farci mancare proprio niente…via in teatro, sul luccicante Bus di Priscilla. Destinazione Alice Springs – Australia. Per due ore circa ci siamo tuffate in questo magico mondo fatto di paillettes e brillantini, per non parlare delle meravigliose scarpe e parrucche che hanno fatto bella mostra al Teatro Rossetti.

Repliche fino al 26 maggio: mi sa che ci ritorniamo, si si l’ultimo giorno!
Domani invece, 23 maggio,  c’è la possibilità di fare un bel giretto dietro le quinte dello spettacolo, con possibilità di vedere da vicino l’affascinante mondo di Priscilla. Noi non ci saremo, ci tocca lavorare purtroppo. Peccato che queste meravigliose iniziative le facciano sempre di giovedì pomeriggio.

Priscilla? A sinistra! - © bastoncini di zuccchero

In ogni caso è stato uno spettacolo favoloso. E’ un anno che aspettavamo di vederlo e finalmente ce l’abbiamo fatta (con noi c’era pure la carissima amica di San Giovanni a Piro). Canzoni stupende, che ci hanno fatto tornare indietro nel tempo a quando bambine ascoltavamo Madonna (Like a Virgin, Material Girl…) Cindy Lauper in True Color, Donna Summer in Hot Stuff, Tina Turner o Aretha Franklin in I Say A Little Prayer . Non dimentichiamo della canzone di apertura It’s Raining Men o di I Will Survive di Gloria Gaynor.
Tutto il pubblico non riusciva a star fermo, tutti a ballare e cantare sulle note di questi favolosi successi. Qualche fortunato pure è stato preso e portato sul palco a ballare con il cast.
Bellissimi i costumi, il bus che per incanto diventa fucsia, tutto luccicoso. Il cast davvero di grande livello. Fantastici tutti e tre i protagonisti, da Mirko Ranù (Felicia), a Simone Leonardi (Bernadette) ad Antonello Angiolillo (Tick).

Un pomeriggio passato in allegria, in buona compagnia! 😀

Priscilla Teatro Rossetti - © bastoncini di zucchero

(Liny&Smarty)

ON AIR – il musical in diretta

ON AIR è il programma radiofonico in formato show che offrirà agli ascoltatori/spettatori canzoni, chiacchiere e sorprese dal magico mondo del Musical 

Strepitoso è dire poco! Ve lo assicuro. Non ho mai visto uno spettacolo così…decisamente orgogliosa di esserci stata!!

Ho rischiato grosso però. Per fortuna hanno deciso di far un’altra replica, oltre a quella del pomeriggio, consentendo ai molti rimasti senza biglietto o a quelli come me che a quell’ora lavoravano ancora, di vedere questo magnifico medley di musical, con protagonisti due giovani talenti del teatro. Chi sono?  Gianluca Sticotti che ha partecipato al Musical “La Bella e la Bestia” e nella stagione appena conclusa era in ” Priscilla – la Regina del Deserto”, e Stefania Seculin interprete del Musical StarTs e che ha seguito e preparato i piccoli artisti in erba per lo spettacolo “Joseph and the amazing technicolor dreamcoat”, entrambi triestini.

Hanno creato uno spettacolo meraviglioso, che spaziava da un musical all’altro. Sembrava di esser finiti in un sogno scandito da un programma radiofonico (presentato da Sara Del San, accompagnata al piano da Cristina Santin) che ci faceva incontrare i vari protagonisti, da Tony e Maria di “West Side Story” a Henry ed Eliza di “My Fair Lady”, ma imbattendosi anche nel Principe Azzuro alla ricerca disperata della sua Principessa: sarà riuscito a scegliere tra le varie Biancaneve, Cenerentola, la Sirenetta, Bella e pure Mary Poppins? lo scoprirete guardando il video…

Infine da rimanere letteralmente senza parole quando hanno cantato tre canzoni tratte dal musical “Elisabeth”, dove Gianluca interpretava “La Morte” e Stefania “Sissy”. Stupendi…Sehr gut! 

(Liny)

Ricordi di un mese fa, circa…

E’ già passato quasi un mese ma sembra ieri! Di cosa sto parlando? del week-end trascorso tra concerto e teatro.

Il 2 marzo finalmente è andato in scena l’attesissimo concerto di Jovanotti (l’Ora Tour). Dopo che è stato inizialmente annullato, per la tragica morte di Francesco, mentre stava collaborando alla realizzazione della grande “festa” musicale con altri ragazzi, così come son state annullate tutte le successive date. Poi quando Jovanotti ha preso la decisione di ricominciare il tour, è uscita la data del 2 febbraio, ma il palazzetto non era ancora agibile, allora han preferito posticiparla di un mese, inserendola come penultima tappa del tour.

Serata indimenticabile, ogni minuto si respirava aria di emozioni e magia… la sensazione che provavi era che con Lorenzo sul palco c’era anche Francesco. Jovanotti con i suoi movimenti, balli… le sue parole, musiche… porta con se, e non solo in questo concerto, nel suo cuore veramente Francesco. A metà del concerto ha rivissuto quel bruttissimo giorno di dicembre, chiedendo a tutti noi un minuto di silenzio e dedicando la bellissima “Ora” a lui, e a tutti i nostri cari che se ne sono volati via, alzando al cielo le migliaia di stelle gialle che lo staff ha dato entrando nel palazzatto. Io ho pensato a mio papà… oltre a questa anche “La notte dei desideri” e “Le tasche piene di sassi”, sono un dono a chi vogliamo bene e che non sono più con noi.

Ha alternato musiche ritmiche con altre più melodiose, tratte dal suo ultimo album e non solo… ha riproposto difatti anche i suoi successi di inizio carriera, che mi ha praticamente riportato agli anni novanta… quand’ero adolescente. Canzoni che hanno scandito le mie giornate… le gite scolastiche quando a squarciagola cantavo con i miei compagni “Ragazzo fortunato”, o “Ciao mamma” o ancora le scatenatissime “L’ombelico del mondo” e  “Io penso positivo”. Tornando ai testi recenti, ha proposto “Megamix”, “Io danzo” e la fenomenale “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang”, senza tralasciare la ballata “Amami” e “Baciami ancora”, colonna sonora del famoso omonimo film di Gabriele Muccino.

Nota da non tralasciare con i suoi musicisti ha dedicato “L’anno che verrà” al grande Lucio Dalla, scomparso inaspettatamente, mentre girava per l’Europa presentando il suo nuovo tour, suonata in acustico al centro del palco con attorno gli spettatori… toccante!

Con me sono venute la Zazi ed Ella… e a sorpresa ho coinvolto Teclù, la mia carissima amica “oltre il muro” (lei ed io sappiamo perché ci chiamiamo così) =) Serata veramente favolosa!!!

(by Smarty)

———————————————————-*-*———————————————————

Sabato 3 marzo, al Teatro Rossetti, sono andata a vedere “I Promessi Sposi – Opera Moderna”, con protagonisti nelle vesti di Renzo, Graziano Galatone; in quelli di Lucia, Noemi Smorra; Giò di Tonno era il  malvagio Don Rodrigo.

Appena saputo che anche nella mia città sarebbe andato in scena questo grandioso spettacolo, ho pensato che non potevo perderlo, perché non potevo farmi sfuggire l’occasione di rivedere sul palcoscenico il mio amato Gobbo! ovviamente di Notre Dame. Ho dovuto aspettare un bel po’, ben 11 anni, ma ne è valsa la pena.

Dopo le prime incertezze, le paure che poteva essere un po’ “pesante” vista la rischiosa decisione di metter in scena l’opera di Manzoni con la quale tutti abbiamo dovuto fare i conti durante le superiori, mi sono invece del tutto ricreduta, hanno fatto davvero un buonissimo lavoro. Stupende le sceneggiature e i costumi, convincenti le musiche e gli attori.

Una piccola parentesi: sapete cosa è capitato a Smarty e a me  il primo giorno di scuola, della prima superiore? il prof. di Italiano come benvenuto ci ha detto che dovevamo saper alla perfezione la prefazione dei “Promessi Sposi”! A noi ignari studenti di un istituto tecnico ci ha preso un bel colpo…ma come? dove siamo finiti? qua non si studia prevalentemente ragioneria?!?

Tornando alla spettacolo…son già passati 11 anni da quando per la prima volta ho visto il musical “Notre Dames de Paris”, musical che mi ha fatto innamorare del teatro! E finalmente dopo tutti questi anni son riuscita, finito lo spettacolo, a conoscere Giò, farmi fare l’autografo e una foto ricordo con lui! Naturalmente non potevo non prendere il cd con le canzoni dell’opera! Peccato che non vendessero anche il dvd, speriamo lo facciano in futuro…

(by Liny)