Metti un sabato a Pordenone…

Era già da un po’ che ne parlavamo la mia “sorellina” ed io di andar a salutare Alex Mastromarino e finalmente l’occasione è capitata lo scorso week end.

Il “nuovo” Aladin, orfano di Manuel Frattini impegnato ora con il musical Peter Pan (in questi giorni al teatro Sistina di Roma), è approdato nella nostra regione e quale occasione migliore di questa? certo non ce la siamo fatta sfuggire…ecco che decidiamo di far una “gita” a Pordenone sabato.

Arrivate poco prima di pranzo, una volta scese dal treno, decidiamo di cercare subito il teatro per non rischiar, non si sa mai. Per fortuna l’abbiamo trovato molto facilmente, infatti una volta uscite dalla stazione bastava andar dritti e poi girar a destra. Nelle vie vicine al teatro, al mattino, c’era anche il mercato con tante bancarelle e tanta gente in giro, che ha giustamente approfittato della bellissima giornata. Anche noi non pensavamo proprio di trovar una giornata quasi primaverile, infatti il giorno prima a Trieste faceva davvero brutto, era tutto molto uggioso.

Intanto che aspettavamo di trovarci con Alex, abbiamo deciso di dar un’occhiata alle bancarelle, senza però prima non aver fatto colazione in un bar davvero grazioso vicino al teatro, con una buona brioche alla marmellata e bevendo un gustoso caffè macchiato; prima di ordinarlo però ci siamo messe a pensare a come si dicesse “capo” lì a Pordenone, noi triestini siamo sempre assaliti da dubbi amletici quando si tratta di ordinare un caffè fuori dalla nostra città. Nel girovagare di quà e di là senza una meta precisa, abbiamo trovato anche una libreria, dove mi sono imbattuta in un bel librone con in copertina la foto di Colin Firth e Geoffrey Rush, interpreti de “Il discorso del Re”, nel quale sono elencati tutti i film girati fino al 2012, compresi quelli presentati al Festival Internazionale del Film di Roma 2012 (per chi fosse interessato vi lascio il link), io molto presto lo prenderò… Poi finalmente dopo tanta attesa siamo riuscite a salutare Alex poco prima della convocazione per lo spettacolo. Obiettivo della giornata raggiunto!!

Alle 15 hanno aperto la biglietteria e con grandissima fortuna abbiamo trovato gli ultimi due posti in seconda fila! Ormai che eravamo a Pordenone ci siamo dette che era veramente un peccato non rivedere lo spettacolo…uscite abbiamo incrociato il nuovo “Aladin”, Flavio Montrucchio, che con un po’ di faccia tosta ho fermato per farmi fare l’autografo per Ella, la mia sorellona. Altra missione compiuta!! Se tornavo a casa a mani vuote me l’avrebbe fatta pagare cara, ma ancor di più mi sarei sentita in colpa per non aver colto l’occasione.

Ecco che poco prima delle 16 entriamo finalmente in teatro, pronte per goderci lo spettacolo. Devo dir la verità, non mi è dispiaciuto affatto nonostante il cast fosse quasi completamente cambiato. Infatti i nuovi interpreti non sono stati da meno di quelli dello scorso anno, per esempio Flavio Montrucchio che non è “nato” come performer, è riuscito a rendere il suo personaggio credibile. L’unico che non mi ha granché entusiasmato è il Genio Masciarelli. Per esser sincera anche l’anno scorso prima di vedere Aladin per la prima volta, ero partita un po’ scettica su Ciufoli, ma poi mi son subito ricreduta…faceva troppo ridere. Mentre con il nuovo Genio non è stato così, in certi punti quasi mi annoiava. Divertentissimo Jafar-Simone Sibillano, aiutato da Iago, nella sua disperata ricerca di salire al trono; contagiosa la “Forza disumana” di Abù-Alex! Infine davvero impagabili, durante i saluti finali, i baci mandati da Alex e Simone dal palco, ancor di più perché inaspettati. Siamo tornate a casa soddisfatte, dopo aver trascorso una giornata magica. Grazie infinite. Riuscite a darci sempre grandi emozioni! Non mi resta altro che farvi un in bocca al lupo per altre date della tournée. A presto!

(by Liny)

Annunci

Un Natale…fuori dell’ordinario

Questo Natale è stato davvero “fuori dell’ordinario”. Infatti, facendo eco al telefilm “No Ordinary Family”, trasmesso qualche mese fa su Sky e riproposto in chiaro in dicembre su Italia1, è stato diversissimo dal solito. Anche se c’erano le luci dell’albero addobbato che faceva bella mostra di sé in sala da pranzo e il presepe accanto, c’era tanta tanta malinconia. Mai come quest’anno il Natale mi è sembrato così triste e credo che lo sarà sempre…perché mancherà sempre qualcuno. Se già durante tutti gli altri giorni si sente questa tristezza, ma è nascosta dentro di noi, durante queste feste che volendo o no si è costretti a fermarsi perché non c’è la routine quotidiana del “alzati, vestiti, vai a lavorare, ritorna a casa, vai a dormire”…purtroppo ad un certo punto ritorna a galla e tutti noi dobbiamo farci i conti.

Però in qualche modo bisogna ingegnarsi per non pensarci troppo e passare qualche ora in serenità, facendo per esempio esperimenti culinari, qualche volta ben riusciti e qualche volta meno: vedi tortasacher che sembrava un po’ bruciacchiata, ma togliendo lo strato in alto e mettendoci la farcitura di cioccolata e albicocche, è venuta una delizia; oppure perché non provare a  fare i bastoncini di zucchero con una ricetta con la dose sbagliata di farina? direi che è un’impresa ardua ai più, infatti stava facendo mandare a monte tutto il lavoro, ma per fortuna cambiando in extremis, son venuti buoni comunque! Altra strategia scacciabruttipensieri è mettersi davanti la Tv e guardare i classici film di Natale, come Il Piccolo Lord, Piccole Donne, Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, ai quali si sono aggiunti altri film più recenti ma adattissimi a questo periodo…come Neverland – Un sogno per la vita, con Johnny Depp, che racconta la storia di come è nato il personaggio tanto amato da piccini e grandi mai cresciuti, Peter Pan, creato da James Matthew Barrie, di cui pochi giorni fa è stato pubblicato anche il libro “L’uccellino bianco” nel quale per la prima volta è apparso Peter. Inoltre il giorno di Natale è stato trasmesso anche il musical “Aladin” con Manuel Frattini (ora impegnato nei teatri con appunto Peter Pan) e Alex Mastromarino (Abù), che mi ha fatto tornar in mente le ore spensierate trascorse in teatro la scorsa primavera. Dovrebbero trasmettere altri musical in Tv! Assolutamente! A colmare questa lacuna per fortuna ci ha pensato la Hobby&Work, con la pubblicazione periodica di vari musical (per chi volesse saperne di più vi lascio il link di questa stupenda iniziativa che si chiama Fiabe in Musical) e qualche volta anche il canale di Sky MGM trasmette musical classici: in questi giorni c’è 7 spose per 7 fratelli, mentre su Sky Cinema Classic troviamo Wild Side Story. Lunedì 2 gennaio ci sarà invece Collazione da Tiffany, altro film classico, stupendo a mio avviso!  …e per rimanere in tema vi ricordate il post su Audrey Hepburn? dove vi dicevo che sfortunatamente il bellissimo cappotto arancio della Promod, molto simile a quello che indossava l’attrice nel film, non c’era nel negozio della mia città e su internet non si poteva acquistare più…vi ricordate? bene! Non so come abbia fatto Babbo Natale, ma sotto l’albero c’era un pacco per me e dentro cosa ho trovato? indovinate su? dai che ci siete quasi…avete capito? ho trovato proprio il cappotto che tanto desideravo e che ormai avevo quasi dimenticato…. Quando ho aperto il pacco son rimasta senza parole, credevo di sognare!! Smarty invece ha trovato le sue amate renne eheh sotto varie forme! Possiamo dire che anche questi regali hanno contribuito per un po’ a non pensare… 

(by Liny&Smarty)