Cookie Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Andando avanti nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie su tutte le pagine di https://bastoncinidizucchero.wordpress.com/

Il presente blog è ospitato gratuitamente dalla piattaforma wordpress.com, pertanto la maggior parte delle informazioni personali e relativi cookie sono visibili e gestiti da WordPress secondo la policy di Automattic Inc.

WordPress non ha al momento fornito gli amministratori dei blog europei ospiti della sua piattaforma gli strumenti per avvisare l’utente dell’utilizzo dei cookie se non tramite un box di testo che è sempre presente alla destra di questo testo.

Nessun file cookie degli utenti visitatori del sito è visibile o gestibile dall’amministratore del presente blog.

MA COSA SONO I COOKIE?

I cookie sono dei piccoli file di testo inviati dai siti web al tuo browser (il Programma o App che usi per navigare su Internet), e consente al sito di memorizzare sul tuo Computer o Dispositivo Mobile, informazioni sulla tua visita, come ad esempio: lingua preferita, autenticazione e altre impostazioni. Ciò può facilitare la visita successiva e aumentare l’utilità del sito a tuo favore, garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche degli accessi, comprendere quali sono le sezioni del sito che interessano maggiormente etc. In definitiva i cookie svolgono un ruolo importante e senza di essi, l’utilizzo del Web sarebbe un’esperienza molto più frustrante.

Per ulteriori informazioni sulle terze parti che utilizzano i cookie e sul relativo trattamento di questi quali dati personali, far riferimento a questa pagina, nonché alla privacy policy di Automattic Inc. (WordPress) e delle terze parti (Facebook Inc., Twitter Inc., Google Inc.).

COME DISABILITARE I COOKIE?

La maggioranza dei browser internet sono inizialmente impostati per accettare i cookie in modo automatico. L’utente può modificare queste impostazioni per bloccare i cookie o per avvertire che dei cookie vengono mandati al dispositivo dell’utente medesimo.

Se il visitatore non vuole ricevere i cookie da questo sito, non dovrebbe visitarlo o, in alternativa, attivarsi per bloccare i cookie usando direttamente le funzioni del suo browser, seguendo ad esempio queste istruzioni sulla disabilitazione dei cookie, disponibili per i principali browser: Firefox, Chrome, Internet Explorer, Safari, Opera. Per i dispositivi mobile: – Android; – Safari; – Windows Phone; – Blackberry.

In caso di dispositivi diversi (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), l’utente dovrà assicurarsi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le proprie preferenze relative ai cookie.

DOVE TROVO IL TESTO COMPLETO SULLA LEGGE PER L’USO DEI COOKIE?

La legge di riferimento la trovate cliccando sul link di seguito

Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie – 8 maggio 2014

Altre informazioni e procedure per eliminare i cookie

http://automattic.com/privacy/

Per gestire o disabilitare i cookie, prendere visione del seguente sito:

http://aboutcookies.org/

Very Inspiring Blogger Award

Ecco il Riconoscimento a bastoncinidizucchero

Bastoncinidizucchero ha ricevuto il premio Very Inspiring Blogger Award, riconoscimento assegnato dai blogger ad altri blogger per averli ispirati, stimolati e  incuriositi.

Ringraziamo di cuore martiibass per averci nominate! Questo è il nostro primo premio che riceviamo, siamo davvero felici e lusingate. Riceverlo ci rende orgogliose.

Ogni post che si pubblica, ha dietro del tempo impiegato per scriverlo, per cercare di comunicare le proprie emozioni, stati d’animo suscitati dopo aver letto un libro per esempio, aver assistito ad un concerto/spettacolo teatrale/film. Provare delle ricette nuove e condividerle o ancora visitare una mostra, una città e rendervi partecipi di tutto questo, anche tramite le foto scattate e successivamente cercate con cura.

Di seguito le Regole del premio:

  •  ringraziare la persona che ti ha nominato; 
  •  elencare le regole e visualizzare il premio;
  •  condividere sette fatti su di te;
  •  nominare altri 15 blog (noi abbiamo scelto 9) e lasciare un commento per fargli sapere che sono stati nominati.

Optional: mostrare il logo del premio sul tuo blog e seguire il/la blogger che ti ha nominato.

7 fatti su di noi:

  • vi abbiamo detto che siamo due gemelle a scrivere? ora lo sapete ;-);
  • amiamo immensamente il nostro patuffolo bianco, Pisolo;
  • adoriamo la montagna, infatti solo lì riusciamo a staccare la “spina” e non pensare ad altro. Andarci almeno una volta l’anno per almeno due settimane, ci rigenera decisamente. Ci piace stare in mezzo alla natura, tra i boschi;
  • adoro Raphael Gualazzi (quando ascolto la sua musica non riesco a rimanere ferma un istante…by Liny);
  • quello che mi entusiasma è lasciarmi coinvolgere dalle situazioni che mi si presentano, cercando di viverle con lo stupore dei bimbi: ogni volta che una farfalla mi vola attorno la guardo sempre con meraviglia, chi mi conosce lo sa perchè…by Smarty;
  • amiamo cucinare, provare ricette nuove, sia dolci che salate, alcune tramandate dal nostro papà che ci guarda da lassù;
  • ci piace cimentarci con la fotografia, catturare quel particolare speciale che il soggetto puo’ lasciare, passione che ci ha trasmesso nostra mamma. I mercatini, luoghi che visitiamo, spettacoli musicali/teatrali o semplicemente le piccole realtà sono tutte fonti di ispirazione.

Blog nominati:

  • http://www.unamericanaincucina.com – dopo aver visto il suo primo libro di cucina in libreria, mi ha incuriosito e ho iniziato a seguire le sue gustose ricette sul web (by Liny)

 

Ancora grazie, grazie infinite nanaphotoblog.wordpress.com per averci assegnato questo premio! 😉

(by Liny&Smarty)

 

Giochi di Primavera

Giochi di Primavera

Come trascorrere un sabato mattina in modo sano e all’aria aperta? Partecipando ai “Giochi di Primavera” organizzati per i nostri amici a quattro zampe dall’associazione All Around Retriever!

Il ritrovo era fissato per le 10, all’Allegra Fattoria, località Malchina (in provincia di Trieste), dove dopo aversi annusato per benino e quindi conosciuto, ci sono stati consegnati i “pettorali” (al nostro Pisolo è stato assegnato il num. 7): ora si che sono iniziati ufficialmente i Giochi! Wow…

Felici Giochi di Primavera e che la fortuna possa essere sempre a vostro favore

…no quello era Hunger Games 😛

Il primo gioco, diviso in due fasi, consisteva nel far star fermo il proprio cane mentre lo sventurato padrone di turno doveva fare il ”limbo”. Poi dopo averlo richiamato, il nostro pelosotto doveva mettersi alla ricerca di un delizioso bocconcino nascosto in uno dei tre bicchierini.
In questo gioco il binomio era formato da Pisolo sotto la guida attenta della nostra nipotina. Si sono fatti valere. Infatti Pisolo è stato fermo seguendo i comandi impartiti e nonostante non ama particolarmente i biscottini per cani è riuscito a trovare quasi subito il “tesoro”.

Il secondo e terzo gioco erano in “combinata”: fatto uno, si passava subito al successivo. All’inizio il quadrupede doveva, sentendo il classico “hop”, superare l’ostacolo posto  davanti a sé. Una volta saltato bisognava fare un gioco di improvvisazione. C’era chi ha ballato con il suo cane, chi lo ha fatto rincorrere una pallina/giochino, chi come Nawi, essendo addestrata a trovare le persone scomparse, per esempio sotto le macerie di un terremoto/crollo, ha “segnalato” la presenza di qualcuno. Quel qualcuno era proprio la nostra nipotina, che dopo essersi nascosta per benino tra gli alberi, è stata ritrovata.

Il nostro Pisolo dopo aver saltato il suo ostacolo, nella seconda parte del gioco si è distratto, mmm…infatti invece di correre dietro al suo pupazzetto (Bianca, la sua pecorella) ha visto bene di guardare le tante cagnoline che partecipavano assieme a lui ai Giochi.
Presenti c’erano più di 20 cani. La maggior parte erano femminucce. Quasi tutti erano Labrador e Golden, altri di varie razze. C’era una stupenda terranova di nome Trudy e la dolcissima Easy, pupettine di una collega di Smarty. C’era pure un lupetto giocherellone, di nome Noah che ha vinto il premio per essere il pagliaccio del gruppo.
E il nostro “eroe” ha vinto qualche premio?!? …siiii pure Pisolo né ha vinto uno!
Sulla “pergamena” c’era scritto Al binomio che si è divertito di più…a modo suo!!!
Infatti si è veramente divertito, era felice. Più che a seguire i giochi, era attirato giustamente dalle belle femminucce che aveva intorno.

Vittoriaaa - © bastoncini di zucchero

Anche noi siamo state bene, perché felici di vedere il nostro Pisolo sereno nonostante ci fossero tanti cani di taglia grande. Si è comportato in modo equilibrato con tutti, senza diventare “Brontolo”, come capita qualche volta quando facciamo le passeggiate. Per noi dunque è stata una doppia vittoria! 😉

Ora non resta che aspettare i Giochi d’Estate. Nel frattempo ci alleneremo e quale posto migliore per farlo se non la nostra amata montagna? 

Alla prossima…Stay tuned!

(Smarty&Liny)

…e la Primavera gioca a nascondino!

Dicasi Primavera quel periodo dell’anno che astronomicamente inizia con l’equinozio di primavera, il 20 o 21 marzo e finisce con il solstizio d’estate, il 21 giugno. E’ quindi il periodo di tre mesi intermedio tra la stagione più fredda e quella più calda, normalmente individuato nei mesi di marzo, aprile e maggio nell’emisfero nord. 

Per i triestini, invece oggi è stato un brutto risveglio! Infatti stamani tutto era congelato, cadeva pioggia ghiacciata. E visto che non bastava, c’era pure la Bora che soffiava a più di 100 km orari. Direi un bel quadretto di Primavera! no?

Ecco qualche fotina del Gelicidio che si è abbattuto sulla nostra città, fenomeno raro dalle nostre parti, ma molto diffuso negli Stati Uniti…fenomeno che forma uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo, liscio e molto scivoloso, racchiudendo i rami degli alberi, gli arbusti, gli steli dell’erba, i cavi elettrici, auto all’interno di un involucro assai duro di acqua cristallizzata e trasparente.

gelicidio - © bastoncini di zucchero

gelicidio - © bastoncini di zuccher

gelicidio - © bastoncini di zucchero

gelicidio - © bastoncini di zucchero

gelicidio - © bastoncini di zucchero

(by Liny&Smarty)

Benvenuta prima nevicata!

Pisolo e la neve! - © bastoncini di zucchero

Pisolo e la neve! – © bastoncini di zucchero

Bellissimo svegliarsi e trovar la città sotto la neve!

Previsioni mai così azzeccate e visto che il gruppo di lettura di Liny è stato rinviato, non c’è giorno più ideale di questo per far l’albero di Natale e il presepio 😉

Mattina iniziata con la solita passeggiata con Pisolo: nonostante l’incertezza all’inizio, sembrava dicesse “ma cos’è questa cosa bianca su cui cammino?”, è andata benissimo! Finita, ha corso come un matto per tutto il giardino, e se n’è stato poi al calduccio in compagnia del suo nuovo giocattolo: una dolce pecorella portata da S. Nicolò (quì da noi il 6 dicembre leggenda vuole che il santo col cappello a punta porti dei regali nel periodo di Avvento ai più piccoli)!

Poi via con i preparativi per addobbare l’albero, il presepio e le varie lucine luccicose, ascoltando musiche natalizie (le canzoni preferite di Smarty sono quelle dei Jackson5) che con la neve fuori, ci hanno fatto entrare ancora meglio nel clima di festa. Per non parlare della buonissima cioccolata calda!

Infine a far pupazzi di neve in giardino e gare di palle di neve, che ci ha riportato indietro a quando eravamo piccine, alla gioia e spensieratezza di un tempo! La neve ha un potere magico: risveglia in noi il bambino addormentato in noi 🙂

neve 2012, Trieste - © bastoncini di zucchero

neve 2012, Trieste – © bastoncini di zucchero

neve 2012, Trieste - © bastoncini di zucchero

neve 2012, Trieste – © bastoncini di zucchero

(by Liny&Smarty)

Numero 6: che cosa volete? Numero 2: informazioni.

Forse “il blocco” del bloggerista (penso lo si possa dire pensando alla classica crisi da foglio bianco dello scrittore) è finalmente passato lasciando spazio alla tanta attesa ispirazione! Ora attenti, sarete sommersi di post, dove l’argomento che farà da padrone è la lettura, in particolare i libri letti durante l’estate.
Si sa, nel periodo estivo, si legge di più, almeno a me capita così. Non che durante il resto dell’anno non lo faccia, anzi (in media al mese leggo 2-3 libri, non credo siano pochi se si pensa che lavoro tutto il giorno). Ma quando arriva l’estate, l’orario di lavoro diminuisce, ci sono le ferie da fare… mi prende una specie di crisi compulsiva che una volta finito un libro ne leggo subito un altro e così via. In questi mesi estivi né ho letti una quindicina, metà con più di 300 pagine, direi che non è male.

In questo post vi voglio raccontare qualcosa riguardo gli ultimi due libri che ho letto: Cuori in Atlantide di Stephen King e Il Signore delle mosche di Golding ,  il primo legato al secondo. Cuori in Atlantide non è un vero è proprio romanzo, ci sono in esso 5 racconti, dislocati in 5 periodi diversi, che in qualche modo si susseguono, ma non hanno gli stessi protagonisti, o meglio alcuni si rincorrono e vengono citati nei racconti successivi.
Questo libro mi ha subito catturato, soprattutto la storia dei primi due racconti. Erano ambientati negli anni 60-70, anni densi di avvenimenti storici, come spionaggio e controspionaggio, la guerra del Vietnam, che ha portato la consapevolezza che forse, anzi sicuramente è stata una guerra inutile. Ha recato morte, distruzione, sconvolgendo entrambe le nazioni fino nel profondo tutti, dalla popolazione ai soldati. Sono nati anche i primi movimenti per la pace (fa la sua apparizione in quegli anni il simbolo), manifestazioni studentesche, ecc. Leggendo le pagine, ho trovato molto del telefilm “American dreams”, che mi aveva entusiasmato, tanto da essere uno dei miei preferiti. Allora, vi consiglio di leggerlo! (ah si quasi dimenticavo: nel secondo racconto i protagonisti giocano a “Cuori”, non vi credo se non ci avete mai giocato, nemmeno una volta  al computer! Un gioco che veramente di crea una sorta di dipendenza, da rincretinirti completamente, facendoti dimenticare tutto…eh eh…se leggete il libro capirete).

Ora vi domanderete, Cosa centra il libro Il signore delle Mosche (oh oh, mi sta venendo la sindrome di Saramago, che in Cecità non mette la punteggiatura nei dialoghi, prossimo libro del gruppo di lettura, ma questa è un’altra storia!). Centra centra, infatti il piccolo Bobby, protagonista del primo racconto, lo leggerà e sarà per lui il primo romanzo che lo porta alle letture per adulti. Bobby si è posto la mia stessa domanda: se non fossero stati salvati, i “piccoli lost” (uso apposta questo termine, perché anche nella famosa serie televisiva, più di una volta viene citato il libro), avrebbero ucciso pure il loro capo, Ralph? oppure avrebbero all’ultimo momento riacquistato la ragione, persa in precedenza? io spero di si, perché comunque io credo, in qualsiasi situazione, anche la più estrema, deve per forza prevalere il lato umano di ognuno di noi. Qualcun’altro però potrebbe dire che non è vero, non sempre è così…un po’ come è successo ai ciechi di Saramago (l’ho quasi finito), di questo però ne parlerò dopo l’8° incontro del GdL, dovrete pazientare ancora un po’ 😉

Io lasciai cadere la puntina sul disco e ascoltammo la canzone di Phil Ochs. Ce ne lasciammo prendere bene, come solevamo dire noi dell’Atlantide.

(by Liny)

Primo Maggio in Val Rosandra

Primo Maggio passato in Val Rosandra, per documentare il disastro che ha fatto la Protezione Civile qualche settimana fa. Loro si difendono dicendo che l’intervento doveva essere fatto…ok bisognava intervenire ma non in modo così invasivo! D’altronde se per 30-40 anni quei alberi non hanno mai causato problemi, perché tagliarli ora? bastava una pulizia costante dell’alveo…

Partiti di primo pomeriggio, siamo arrivati nei pressi del teatro Preseren e da lì, lasciata la macchina, ci siamo incamminati verso il rifugio Premuda passando per il paesino. Arrivati al rifugio, ci siamo diretti verso la vallata, passando davanti ai resti dell’aquedotto romano, che nei tempi che furono forniva acqua alla città di Trieste (originariamente era lungo circa 14 km e arrivava fino al centro della città).

Dopo qualche centinaio di metri, ecco che si presenta davanti a noi “lo scempio” dell’alveo del fiume Rosandra! Una vera strage di alberi e fogliame, da non riconoscere più il luogo di tante passeggiate domenicali durante l’infanzia. Un vero disastro! Alcuni tronchi di albero segati sono dipinti di rosso, come segno di protesta di un artista-pittore.
Tanta gente ha avuto la nostra stessa idea, di vedere questo atto crudele compiuto contro la natura: c’erano bimbi, anziani, famiglie, giovani coppie, amici di giovane e lunga data, qualche cane (Pisolo non c’era, era a casa al sicuro dalle zanzare…in attesa di vaccinazione contro la filariosi), tutti increduli: c’era chi si è messo a contar quanti alberi sono stati tranciati, i bimbi a contar gli anelli  dei tronchi e qualcun’altro diceva giustamente “ma sono passati di quà gli Unni!”….
Nel frattempo che ci guardavamo attorno i nipotrasti con i loro due amici sguazzavano di quà e di là del torrentino Rosandra, a saltar da una pietra all’altra senza finirci dentro. Ci abbiamo provato pure noi, ma Liny con scarsi risultati visto che mancando l’ultimo appoggio è finita dentro all’acqua con un piede (conseguenza: le All Star nuove di qualche giorno un po’ bagnate)…Smarty invece è stata più agile, uscendone incolume eh eh!

Al ritorno abbiam trovato un carinissimo furgone della Volkswagen con attaccati fioretti colorati e anche il simbolo della pace… dava un’aria retrò… peace and love, ricordando gli anni Hippy =)

(Liny&Smarty)