Un anno da Lupi auuuuu

E’ da un po’ che non scriviamo.
Non sappiamo nemmeno noi il perché, ora però siamo qui 😉

Il modo migliore di ricominciare è raccontandovi questo anno meraviglioso e intenso, “Il nostro anno da Lupi” auuuuuu

10.02.17 – 10.02.17

Tutto è iniziato una sera di febbraio, a cena, a casa di una nostra amica.
Tv accesa in soggiorno sintonizzata su Rai1, c’era il Festival di Sanremo. Noi tre in camera a programmare le prossime serate in teatro. Ad un certo punto dal soggiorno arriva prepotente una Voce, che avevamo già sentito da qualche parte. Una voce inconfondibile. Quella di
Ermal Meta che canta il suo pezzo, Odio le favole, in gara a Sanremo Giovani.

Lasciamo la camera e ci precipitiamo davanti alla tv, letteralmente rapite dalla sua voce melodiosa.

Da quel momento tutto è cambiato!

Noi alla ricerca sfrenata in Internet per vedere e capire dove avevamo già letto quel nome e sentito quella voce. Scopriamo alla fine che è stato autore di numerose canzoni di successo composte per vari cantanti, come Mengoni, Renga, Chiara, Francesca Michielin, Lorenzo Fragola per citarne alcuni. Poi ci ricordiamo che lo avevamo già sentito cantare “Tutto si muove” nella serie tv Braccialetti Rossi (la colonna sonora firmata da Niccolo Agliardi).

Siamo state  travolte dalla sua voce magnetica. Appena è uscito l’album, Umano, il suo primo da solista, ci siamo precipitate a comprarlo.
Speravamo in un Instore nella nostra regione, ma niente. Ai promoter purtroppo non interessava. Allora ci siamo dette che almeno ai concerti ci dovevamo andare. E così è stato!

Prima dei concerti però Ermal ha avuto un’idea geniale e molto innovativa.
Ha permesso alla gente di entrare in una sala prove per vedere con i propri occhi e comprendere cosa ci sta dietro alla preparazione dei live.

Noi abbiamo preso parte alle due sessioni di #ProveAperte di Milano (15-16 aprile) e di Roma (21-22 maggio). Le sessioni duravano circa un’ora ciascuna, 10-15 persone per volta.

L’esperienza a Milano è stata magica. Essendo la prima volta che entravamo in una sala prove, per noi è stato tutta una scoperta. Inoltre finalmente abbiamo potuto sentirlo cantare e suonare dal vivo per la prima volta. Sono stati momenti che non dimenticheremo mai.  Durante il nostro turno Ermal ha provato e riprovato più volte il brano Umano, sia al pianoforte che alla chitarra. Con lui suonavano i fratelli Bassi, Emiliano alla Batteria e Matteo al basso, e Marco Montanari alla chitarra.
Finito il turno di prove si usciva per una pausa e si poteva chiacchierare un po’. Bellissimo il clima che si è venuto a creare, molto amichevole e rilassato.

Dopo la positiva esperienza a Milano (a cui a preso parte anche la nostra nipotina e la nostra big sister) non potevamo mancare a quella di Roma. Abbiamo fatto di tutto per non perderla e ci siamo riuscite. E’ stato una sorta di regalo di compleanno anticipato.
Giornata piena di emozioni, indimenticabile, sotto ogni aspetto. Il cuore è ancora colmo di affetto e stima nei confronti di Ermal.

Nonostante la febbre ha condiviso con noi Lupi la sala prove. Provare e riprovare un pezzo fino a trovare la perfetta sintonia. È stato anche bello vedere che tra i musicisti si è creato un rapporto di rispetto reciproco sia dal lato professionale che umano, dimostrato anche dall’amicizia che li lega. Non sono mancate le battute scherzose che si sono scambiati, anche con noi che eravamo lì.
E poi ci hai chiamato “Gemelle del Destino” e a fine sessione ci hai
dedicato qualche minuto in più dopo aver saputo che venivamo da lontano.
Già quel giorno di maggio abbiamo compreso quanto tu sei speciale, attento a quello che ti gira intorno.

L’esperienza della sala prove è stata meravigliosa. Si sono creati dei rapporti di amicizia più o meno stretti tra i “lupi”. Con alcuni lupi ci si sente spesso e ci si aiuta per organizzare trasferte in giro per l’Italia, tutto per poter seguire e condividere insieme i concerti.

Del tour estivo abbiamo potuto assistere ad un solo live:
Verona sett.02/2016 opening act Enrico Ruggeri.

Serata magica. Noi super emozionate perché è la prima volta che ti vediamo cantare sul palco E’ stato meraviglioso. Quella sera ha canta alcune canzoni dell’album Umano (Umano, Lettera a mio padre, Pezzi di Paradiso, Odio le Favole, A parte te).
Poi ad un certo punto le luci vengono spente e viene eseguita Amara Terra Mia di Domenico Modugno.
L’atmosfera che si è creata è stata da brividi, da togliere il fiato. Ed Ermal lo ha dimostrato anche a Sanremo, nella serata dedicata alle cover.



In autunno invece siamo state a due concerti (con Ermal sul palco oltre a Marco Montanari e Emiliano Bassi, c’erano anche Andrea Vigentini e Giambattista Giorgi):

25 novembre a Torino (CAP10110) e 2 dicembre a Parma (Campus Industry Music).
Ricordi indelebili, emozioni uniche. Torino primo vero live per noi. Sentir cantare canzoni come Era una vita che ti stavo aspettando, Straordinario, Big Boy scritte da Ermal ma interpretate da altri, quindi sentirle nella loro versione originale è stato davvero bello. Durante il concerto ha pure eseguito canzoni de La Fame di Camilla, come Rivoluzione, Buio e Luce , Come il sole a mezzanotte per citarne alcune e ha anche reso omaggio a Leonard Cohen con la sua Hallelujah.

A Parma poi ci ha tirato un bel scherzetto!

A fine concerto, prima di cantare i bis, decide di far salire qualcuno sul palco. E qui sembra circa tutto normale, ma quando dice “per prime voglio far salire le gemelle, si proprio voi, vengono da Trieste” beh in quel momento ci ha preso un colpo e volevamo sprofondare. Mai e poi mai avremo immaginato una cosa del genere. E’ stato meraviglioso, tu circondato da tutti noi, che canti prima Una strada infinita e infine A parte te.

Hai davvero un’anima immensa, caro Ermal.

Quest’anno straordinario si è concluso con il primo raduno dei Lupi, a Firenze (Combo), che ha visto correre lupi da ogni dove. C’era pure Ermal assieme al fidato Marco Montanari, che gli ha fatto da spalla al mini live.

Tante le canzoni suonate 20 sigarette, Ad occhi chiusi, Il meglio che puoi dare, Due lacrime, Ne Doren Tende, Fragile… un Jukebox vivente. 

https://www.youtube.com/watch?v=JL9rWLhflsM

Ogni istante di questi mesi vive in noi! Basta sfogliare le fotografie che abbiamo scattato con gli occhi.
Non ci resta che augurarti il meglio per la tua partecipazione a Sanremo, Vietato Morire ci è piaciuta fin dalla prima nota. Continua così Capobranco e …che il lupo corra sempre con te!

by Liny&Smarty

Annunci

3 pensieri su “Un anno da Lupi auuuuu

  1. La sua è la canzone che preferisco in assoluto di questo festival! 🙂

    È bellissima e forse pure un po’ contagiosa la vostra passione per la sua musica: le emozioni che viaggiano sulle note ci coinvolgono come solo loro sanno fare!

  2. Bellissimo post per un grande artista con una voce fantastica, ecco il talento e l’arte. Che bello leggervi di nuovo, baci care 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...